Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.

Contattaci +39 0144 322575

15 ottobre 2013 – Visita del Governatore

Rotary Acqui Terme / Archivio  / 2013-14  / 15 ottobre 2013 – Visita del Governatore

15 ottobre

La sintesi più felice della serata è stata la frase di uno dei soci rotariani: “Non ho mai sentito un Governatore parlare così!”

La “Visita del Governatore” è l’appuntamento più importante dell’anno rotariano: martedì 15 il Club acquese l’ha avuto come ospite e protagonista nella propria sede, al Grand Hotel Nuove Terme.

Prima della cena, il Governatore Fabio Rossello ha discusso con il Consiglio Direttivo sulla vita del Club. Quale è il punto di debolezza? La risposta è stata unanime: c’è un minore coinvolgimento dei soci rispetto ai primi anni dopo la fondazione del Club, avvenuta nel 1989. Rossello, “da imprenditore ottimista” – come ha dichiarato apertamente – ha fatto osservare che si tratta di una situazione presente in tutte le Associazioni ed ha incoraggiato i soci a continuare nel loro impegno.

D’altra parte, il Rotary di Acqui Terme presenta diversi punti di forza: progetti nel campo della pre-venzione sanitaria, sostegno alle iniziative delle scuole acquesi, contributi per le opere dei nostri volontari nei paesi africani.

Terminato l’incontro col Direttivo, ecco la novità: non c’è stata la solita cena conviviale. E’ stata una “cena di lavoro”, come ha preannunciato il Governatore che, per novanta minuti esatti, ha parlato e fatto parlare i soci presenti. Solo per pochi attimi si è messo a tavola, sfiorando le tre portate del menù.

notiziario_visita_governatore_02

 

Rossello è partito con un breve riassunto delle origini e della storia del Rotary. Ha sottolineato le caratteristiche peculiari e i valori su cui esso si fonda. Etica e professionalità sono state le parole più ripetute.

Durante la cena, a turno, molti dei soci si sono alzati per ricordare i motivi per cui sono entrati a far parte del Club, con le aspettative che avevano, con le conferme e le delusioni. Alle voci dei vecchi soci fondatori si sono unite quelle dei giovani appena entrati. Fabio Rossello ha commentato ogni intervento con apprezzamenti e osservazioni. Con una carica eccezionale ha tenuto la scena brillantemente, lanciando all’uditorio sollecitazioni e motivi di riflessione sugli impegni da prendere nel Club.

La serata si è conclusa con il tradizionale scambio dei “guidoncini” e con la consegna al Governatore e al suo Assistente di due incisioni della Biennale Internazionale. Fabio Rossello ha poi donato a tutti i presenti il suo libro dal significativo titolo “Leadership e consapevolezza”.